SEGUICI SU TWITTERSEGUICI SU INSTAGRAM
Accedi all'area privata o registrati
Piattaforma gratuita di Annunci per l'economia circolare ­ Riusalo.it
RICERCA OGGETTI
Parola chiave


Categoria


Provincia


Naviga gli oggetti per categorie


area INFO ultime dal blog
Messico, un albero artificiale per ridurre l’inquinamento
Si chiama BioUrban ed è stato lanciato nel 2016 da una startup messicana

Pontedera, un gol contro l’inquinamento!
A Pontedera il primo stadio al mondo con sedili in plastica riciclata

Ecoeventi: a novembre l’11a edizione della Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti
L’evento si terrà dal 16 al 24 novembre; tema di quest’anno è: “Educare alla riduzione dei rifiuti”



area RAEE
info e mappa

RAEE Info e Mappa

L'Earth Overshoot Day: cosa è, c'è da preoccuparsi?

Anche quest'anno l'Earth Overshoot Day è arrivato in anticipo. Occorre invertire la rotta per salvare la Terra





In tanti avranno sentito parlare dell’Earth Overshoot Day, ma cos’è questo giorno, e perché è così importante? Come anche i sassi sanno, le risorse della Terra non sono infinite, ma vanno via via esaurendosi con il passare del tempo. Quando si parla di risorse, non si tratta solamente del legno degli alberi o del petrolio, ma anche i pesci del mare, ad esempio, sono considerati risorse.

Earth Overshoot Day è il giorno dell’anno in cui le risorse (dell’anno in corso) della Terra  terminano, quest’anno, al livello globale, la fine era prevista per il primo di agosto ma non si è arrivati al di là del 29 luglio! Questo dato è preoccupante, se si pensa che fino agli anni ’70 le risorse si esaurivano l’ultimo dell’anno.

Il divulgatore ambientale Roberto Cavallo lo spiega attraverso questo esempio: “È come se avessimo un conto in banca. Immaginate di avere la fortuna che tutti gli anni qualcuno rifocilla il nostro conto in banca. Con il passare degli anni questo capitale veniva – e viene – eroso prima della fine dell’anno. Nel 2019 il nostro conto in banca si trova in rosso già al 29 luglio: significa che da oggi viviamo a debito. Come facciamo a vivere a debito? Prendendo in prestito le risorse delle generazioni future.

Con questa metafora si può capire come la nostra società sfrutti eccessivamente le risorse ambientali a sua disposizione, consumando più di quanto produca e più di quanto abbia bisogno. Uno spreco che verrà pagato da chi verrà dopo, dalle generazioni future che dovranno far fronte a una penuria di risorse che potrebbe anche portare al collasso della società e all’estinzione dell’umanità.

E non è corretto pensare che chi spreca le risorse siano i paesi lontani a noi come la Cina o gli USA, ma è addirittura il mar Mediterraneo tra le zone più a rischio: secondo quanto sottolineato da MedReAct, infatti, l’87% degli stock ittici del Mare Nostrum è sottoposto a sovrasfruttamento, un record assoluto a livello mondiale.

L’Unione Europea però sta cercando di invertire la rotta, provando, già dal 2020, a posticipare l’arrivo dell’ Earth Overshoot Day. Dalla ricerca pubblicata dal Global Footprint Network nel Vecchio Continente, in media, le risorse si sono esaurite il 10 maggio; l’Italia ha terminato le proprie il 15; solo cinque giorni dopo. Tra i Paesi più virtuosi nel mondo ci sono l’Indonesia (18 dicembre), l’Ecuador (14 dicembre) e l’Iraq (il 7 dicembre). I peggiori sono il Qatar, il Lussemburgo (entrambi a febbraio!) e gli Stati Uniti alle idi di marzo; la Cina “solamente” il 14 di giugno.

Portale italiano per il riuso dei rifiuti ingombranti
La prima piattaforma italiana per la prenotazione del ritiro dei rifiuti ingombranti e per la promozione del riuso.
bottom non solo
bottom comuni
Asinco srl - PIVA:06294640823